•  
  •  


Il segreto è il BENESSERE e L'ATTIVITA' FISICA.


L'obesità nei nostri animali è un problema serio e diffuso sempre più in aumento.
Si parla di obesità quando un paziente supera del 15/20% quello che dovrebbe essere il suo peso fisiologico.

Una non corretta alimentazione è spesso alla base dell’obesità. Abitudini alimentari, vizi imposti con la convinzione che più premi, più il nostro animale si sentirà amato. Allo stesso tempo una scarsa attività fisica unita alla pigrizia di alcuni proprietari incidono sulla condizione corporea del nostro compagno.

Molto spesso il proprietario si abitua a vedere il proprio cane “ rotondello” e sottovaluta la problematica.


Buona norma, sarebbe infatti quella di controllare regolaremente il peso del vostro animale per meglio renderci conto della reale condizione. Piccole fluttuazioni tra l'inverno e l'estate sono tollerate, al contrario curve di peso in continua salita richiederebbero una maggiore attenzione.
Questo perché è molto più facile evitare che il nostro cane ingrassi piuttosto che curare l'obesità, perché far perdere peso richiede molta dedizione e molto tempo!
Per queste ragioni bisogna porre particolare attenzione alla sterilizzazione e alla castrazione perché a causa dei cambiamenti ormonali c’è una fisiologica tendenza a prendere peso. Nel momento in cui si dovesse notare un cambiamento significativo di peso sarebbe consigliabile richiedere l'aiuto del veterinario per formulare specifiche diete.
Talvolta l'obesità non dipende solo da errori alimentari ma è legata ad alcune patologie metaboliche sottostanti come, ad esempio, l'ipotiroidismo. Queste patologie rendono molto difficile il controllo del peso e devono essere diagnosticate e corrette per poter permettere il raggiungimento di un risultato.
L'obesità predispone a numerose patologie di tipo metabolico (diabete, ipertensione, pancreatite), aggrava eventuali problematiche dermatologiche e osteoarticolari (displasia e artrosi) e rende più difficile la gestione di molte patologie come quelle cardiocircolatorie.
L’obesità causa spesso difficoltà motoriche, aumenta l'intolleranza al calore nei periodi estivi, riduce la fertilità e crea difficoltà nel parto, aumenta i rischi anestesiologici qualora il paziente ne abbia bisogno.